La Casa dei Giochi

 

Ciao Scheletrine e Scheletrini! In questa esplorazione vi porto in montagna per mostrarvi una graziosa casetta posizionata sopra un ripido sentiero in salita, ma, una volta entrata, sono rimasta piacevolmente sorpresa. Quindi pronti per seguirmi in questa nuova avventura incancherata?

 

La Casa dei Giochi

Quando sono entrata nella prima stanza de La Casa dei Giochi, mi è subito sembrato di essere stata teletrasportata negli anni Settanta, in quanto piena di giocattoli, mobili e stoviglie risalenti a quel periodo.

Mi è sembrata l’abitazione di una nonna sempre pronta ad accogliere i nipoti e a preparare loro qualcosa di buono nel piccolo cucinino situato al piano di sopra.

Purtroppo non sono riuscita a risalire né al nome dei proprietà, né alla loro storia, ma penso che i casi siano due:

  • le persone anziane sono decedute;
  • i proprietari, data la posizione geografica alquanto scomoda, si sono trasferiti in un luogo ben più servito e di facile accesso.

 

Tanti giochi del passato

Nella prima stanza erano presenti tantissimi giochi risalenti agli anni Settanta e Ottanta, tra cui bambole della Sebino e uno Spumone intento a suonare una pianola ormai guasta, ossia un paffuto bambolotto con viso e capelli variopinti.

Ormai ben pochi sono salvabili per via della grande quantità di muffa che ha preso il sopravvento su oggetti e mura.

Eppure loro erano lì, solo e immobili, come se attendessero che qualcuno li desiderasse ancora per giocare.

 

Una dispensa di cibi incancherati

Se mi seguite  da tempo, ben sapete la mia innata curiosità nell’aprire le confezioni di cibi scaduti, anche perché sono ben consapevole che, ogni volta che guardate un mio video, ridete a crepapelle a causa delle mie reazioni.

I miei desideri sono stati esauditi anche in questa casa, in quanto, una volta aperta la credenza piena di ragnatele, ho trovato diversi barattoli contenenti salse marcissime: un barattolo aveva il coperchio talmente arrugginito da poter essere aperto con due colpi di dorso di manico del coltello.

Mi è spiaciuto non potervi mostrare la faccia di chi era con me, ma non ama essere ripreso.

 

Foto

Se volete guardare le foto cliccate qui.

 

 

Link

 

 

La Casa dei Giochi come entrare

L’entrata è davvero molto semplice, in quanto la porta è completamente sfondata.

Se vi è piaciuto l’articolo, condividetelo sui vostri social e diffondete il verbo della Maletita.

 

Social network

Ecco il mio merchandising La Maletita Feliz

https://teeser.it/teesigner/lamaletitafeliz

Seguitemi anche su:

Facebook

Gruppo Facebook URBEX 4 PASSION

Instagram

YouTube

Tik Tok

Altri siti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.