Villa Costina

 

 

Ciao Scheletrine e Scheletrini! In questa esplorazione vi porto a Villa Costina.

Anche se il nome Villa Costina ricorda un succulento barbecue, questa abitazione non ha nulla che
vedere con le grigliate estive.
E’ così chiamata perché in passato apparteneva alla famiglia Costa, in passato molto benestante che
produceva vino e aveva sotto le proprie dipendenze diverse persone, che venivano adibite alla
servitù e venivano fatte soggiornare in appositi appartamenti.

 

Villa Costina storia

L’unico dato certo è il periodo di costruzione – il 1800 – e il fatto che le fasi di abbandono sono
state tre:

1. La parte crollata
2. La villa
3. Gli alloggi per la servitù (abbandonate verso gli anni 90), dove vi sono i pavimenti in legno
ancora ben conservati

Il declino della casa avvenne verso la fine degli anni ’70 e l’inizio degli anni ’80, quando l’ultimo
discendente della famiglia Costa, un conte che auto acquisì il titolo, si indebitò così tanto da farsi
pignorare la villa da una banca, che dovrebbe ancora essere l’attuale proprietaria.
La banca provò a vendere Villa Costina, ma senza successo, in quanto i costi di ristrutturazione
sono decisamente elevati.

Circa 10 anni fa Villa Costina è stata occupata da persone senza fissa dimora, le quali hanno
portato e lasciato degli oggetti. Una volta andate via l’abitazione è destinata a finire nel
dimenticatoio delle colline pavesi.

 

Struttura di Villa Costina

Per la zona in cui si trova, Villa Costina ha delle dimensioni decisamente grandi: si sviluppa infatti
su tre pian e all’esterno pare solida, ma ti basterà salire ai piani superiori per capire che non è
assolutamente così, visto che in alcune stanze il pavimento è crollato.
La parte meglio conservata è quella un tempo dedicata al personale di servizio. All’esterno si trova inoltre una vecchia auto bianca…chissà a chi apparteneva, magari al conte Costa.

 

Foto

Se volete vedere le mie foto di Villa Costina cliccate qui

 

Link

 

Villa Costina come entrare

L’accesso a Villa Costina è davvero molto semplice, perché non dovete scavalcare nulla, ma prestate
attenzione ai piani superiori della casa padronale, dove alcuni pavimenti sono crollati.
L’edificio si trova in un luogo isolato e potrete esplorarlo in tutta tranquillità.

 

Social Network

Seguitemi anche su:

Facebook

Gruppo Facebook URBEX 4 PASSION

Instagram

YouTube

Tik Tok

Altri siti