LA CHIESA DEL PRETE CAMIONISTA

la chiesa del prete camionista

Quando sono andata ad esplorare questa chiesa abbandonata, non avrei immaginato che nascondesse uno dei casi più raccapriccianti e macabri della cronaca nera degli anni 90, di cui furono protagonisti Don Giorgio Govoni e una famiglia a cui sottrassero quattro bambini.

La Chiesa del Prete Camionista

Fuori dalla chiesa si trova una targa che parla di Don Govoni, sacerdote che svolgeva la professione di autotrasportatore per non gravare sulla sua famiglia quando era giovane.

Nell’ambiente urbex è diventata famosa per la presenza di numerose statue raffiguranti vari santi, ma molti non sanno (o hanno preferito ignorare) che in questa chiesa celebrava le sante messe Don Giorgio Govoni, un prete che negli anni 90 finì travolto da un uragano di scandali e false accuse di stupri, violenze, percosse, pedofilia e satanismo.

Tutte queste menzogne lo fecero morire di crepacuore il 19 Maggio del 2000 e la comunità, che ha sempre creduto alla sua innocenza, ogni 19 del mese gli dedica una messa commemorativa.

La Storia di Don Govoni 

Don Govoni ha aiutato due coniugi a cui furono sottratti i quattro bambini e la moglie incinta del quinto fu costretta ad emigrare in Francia per non farsi portare via anche lui.

Questo coraggioso prete ha sempre sostenuto queste due persone andando a trovare l’uomo in carcere, trovandogli un avvocato e ospitando la moglie presso la sua parrocchia.

Don Giorgio è stato inoltre accusato di stupri e pedofilia, tanto che gli fu sequestrato e analizzato il computer per trovare del materiale compromettente, ma senza successo.

In seguito si è inoltre scoperto che lui era impotente e dunque incapace di compiere le azioni di cui è stato accusato dalla procura.

Questa terribile vicenda ha rovinato la vita a diverse persone e scatenato così tanto scalpore mediatico da spingere Pablo Trincia a girare un reportage a puntate.

Sicuramente indagherò perché questa storia mi ha appassionato davvero tanto e in questo caso l’horror è diventato realtà.

Raccomandazioni  

L’ingresso alla Chiesa del Prete Camionista è davvero sempre: basta oltrepassare un piccolo muro ed entrare da una porta aperta.

Poiché c’è stato il terremoto, prestare molta attenzione all’edificio, specialmente al piano di sopra.

Link

Foto

Se vuoi vedere le mie foto clicca qui

Social Networks

Facebook

Gruppo Facebook URBEX 4 PASSION

Instagram

YouTube

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *