CAVA BONETTI-DONÀ

Cava Bonetti Donà

Ciao! In questa esplorazione ti porto alla cava Bonetti-Donà a Montegrotto Terme.

Storia della Cava Bonetti-Donà

La Cava Bonetti-Donà era una cava di trachite, materiale molto apprezzato per la sua bellezza, lavorabilità e impermeabilità; veniva estratto dalle montagne antistanti ma col passare del tempo gli ex imprenditori Bonetti e hanno dovuto risarcire per danni ambientali il comune di Montegrotto.

Da quando lo stabilimento ha chiuso, è stato occupato da malviventi, tanto che nel 2013 ci fu una retata per arrestare più di 10 persone; esplorando la struttura sono infatti ancora evidenti le prove di bivacco, di furto di rame e della perquisizione.

Ma questa cava è stata anche teatro di un altro macabro avvenimento: nello stesso anno dell’arresto dei deliquenti, è stato trovato il cadavere di un massaggiatore 45 enne. Si pensa si sia trattato di un incidente o di un suicidio.

Era scomparso da 3 giorni e i carabinieri, aiutati dai cani molecolari, hanno trovato nella cava i suoi poveri resti, che sono precipitati da diverse decine di metri.

Cava Bonetti-Donà

Nella Cava Bonetti-Donà è ancora possibile entrare all’interno degli uffici e delle fabbriche, all’interno dei quali si trovano ancora numerosi documenti, fotografie e mobili.

Era presente anche la casa del custode, a mio avviso occupata da quelle persone senza fissa dimora che furono arrestare durante la retata.

Raccomandazioni

L’accesso alla cava Bonetti-Donà è aperto a tutti e molto semplice, tanto che sembra di visitare un parco. Poichè non è ancora stata effettuata alcuna opera di bonifica, è presente una discreta quantità di eternit.

Link

Foto

Se vuoi vedere le mie foto clicca qui

Social Networks

Facebook

Gruppo Facebook URBEX 4 PASSION

Instagram

YouTube

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *